Nome della ricetta: 

Zeppole Di San Giuseppe

 Tipo di piatto : Dessert
 Ingrediente : Farina
 Persone : 4
 Calorie : 335
 Origine : Campania


 Ingredienti della ricetta:
230 G Acqua
50 G Burro
1 Pizzico Sale
1 Bustina Vaniglia
1 Limone (scorza Grattugiata)
150 G Farina
5 Uova
Crema Pasticciera
Ciliegie Amarene


 
 Descrizione della ricetta:
Le 'zeppole di San Giuseppe' in Campania vengono preparate per la festa di San Giuseppe. Risaliamo all'origine di questa delizia che è antichissima, intorno al 500 a.C. si celebravano a Roma le Liberalia, le feste delle divinità dispensatrici del 'vino e del grano nel giorno del 17 marzo. In onore a Sileno, compagno di bagordi e <> di Bacco, si bevevano fiumi di rosso nettare e si friggevano profumate frittelle di frumento. Oggi, quasi nello stesso giorno, il 19 marzo, e in occasione di S. Giuseppe si ripete la cerimonia delle frittelle. La pasta per le zeppole di S. Giuseppe si prepara in maniera simile a quella degli choux, detti anche bignè. La differenza è nella minore quantità di burro e nella cottura: le zeppole vanno infatti fritte, mentre i bignè si cuociono in forno. C'è anche da dire che parecchie pasticcerie, onde evitare i già grossi ed irreparabili attentati alle diete, le propongono anche nella maniera 'infornata'. Scaldate in una casseruola l'acqua con il sale e il burro, fino a quando questo non si scioglierà. Portate a bollore e allontanate dalla fiamma. Aggiungete la farina setacciata tutta insieme e me- scolate energicamente Riportate la casseruola sul fuoco e continuate a mescolare per mezzo minuto a calore basso. Mettete quindi la pasta sul marmo unto con un po' d'olio e lasciatela raffreddare. Quando sarà fredda incorporatevi le uova, una per volta, prima il tuorlo e poi l'albume. Per cuocerle preparate due padelle con abbondante olio di semi, una su fuoco lento e un'altra a calore più allegro. Poiché la pasta risulterà molto morbida sarebbe difficile friggere le zeppole senza ricorrere ad un piccolo trucco. Prendete un foglio di carta oleata e praticategli dei fori, mettete la pasta, poca per volta, nell'apposita siringa con l'imboccatura a stella e, premendo lo stantuffo fatela uscire formando delle ciambelle che poggerete direttamente sulla carta che immergerete nell'olio bollente. Attraverso i fori passerà dell'aria, che permetterà alle zeppole di staccarsi facilmente dalla carta oleata; toglietele allora da questa padella e immergetele nell'altra a fuoco più forte affinché si cuociano perfettamente e diventino dorate. Fate sgocciolare le zeppole. come si fa per ogni fritto su una carta e poggiatele poi su un piatto guarnendole con una cucchiaiata di crema coronata da un paio di ciliegine amarene.

 

  Cerchi casa ? Visita il sito www.cercarcasa.it
cercarcasa
 

 Agriturismo con ristorante nella regione : Campania
 
Agriturismo AcquafreddaSan Rufo (Salerno)
Agriturismo Antica Masseria Coste Sant'AngeloPozzuoli (Napoli)
Agriturismo CancelleriaBenevento (Benevento)
Agriturismo CapocantoCamerota (Salerno)
agriturismo Fondo GalateaPiano di Sorrento (Napoli)
Agriturismo Il CastagnoAgerola (Napoli)
Agriturismo l'IncartataCalvanico (Salerno)
Agriturismo La SerenellaCapriglia Irpina (Avellino)
Agriturismo La TartufaiaNusco (Avellino)
Agriturismo Masseria FeudoCapaccio - Paestum (Salerno)
Agriturismo Parmenide Farm HolidayCastelnuovo Cilento (Salerno)
Agriturismo Principe di VallescuraPisciotta (Salerno)
Agriturismo RicciardelliContrada (Avellino)
Agriturismo SALELLASalento (Salerno)
Agriturismo Villa VeaBellosguardo (Salerno)
Agriturismo ZIO CRISTOFOROCasal Velino (Salerno)
Azienda Agricola Agrituristica Casa ScolaGragnano (Napoli)
Azienda Agricola Romano NicolaLapio (Avellino)
Centro agrituristico Tenuta MacchiacupaAriano Irpino (Avellino)
GiosoleCapua (Caserta)
Poggio San Nicola residenza ruraleTortorella (Salerno)
TELAROGalluccio CE (Caserta)
Villa JuliaPompei (Napoli)
   Informazioni utili


Agriturismo, agriturismi, vino, vini, olio, frutta, verdura