REFOSCO dal peduncolo rosso

Di admin del 22 giugno, 2009, 11:36 am


L’origine di questo vitigno è molto antica, sembra  risalga al 1400 ca. Sappiamo che fa parte della grande schiera dei vitigni autoctoni del Friuli Venezia Giulia e la sua zona di origine dovrebbe essere compresa tra il Carso e l’Istria. Grande famiglia quella dei refoschi, ne citiamo alcuni: Refosco di Faedis, Refosco d’Istria, Refosco di Rauscedo, Refosco magnacan, Refoscone, Refosco del Carso. Gli stessi Terrano del Carso e Terrano d’Istria altro non sono che Refoschi.  Attualmente tutti questi vitigni sono poco diffusi, sostituiti dal Refosco dal peduncolo rosso, coltivatissimo in Friuli.

Vinificazione in rosso, con macerazione di 5-6 oppure di 12-14 giorni a seconda del prodotto da realizzare e alla temperatura prossima ai 30°C per favorire la dissoluzione della sostanza colorante contenuta nella buccia degli acini. La macerazione breve favorisce la realizzazione di un prodotto di “pronta beva”.

Colore: rosso rubino e riflessi violacei.

Profumo: è evidente la nota di frutti rossi quali il lampone e la mora , leggermente erbaceo nei prodotti da pronta beva; si affina con l’invecchiamento , si ingentilisce ed assume profumi più eterei.

Sapore: ha un’acidità abbastanza equilibrata, armonico, di buona struttura, con finale piacevolmente amarognolo su base goudronata.

 

  • Alcool effettivo: % vol. 13,00 / 0,50
  • Zuccheri: g/l inferiore a 2,7
  • Acidità totale: g/l 5,30 ± 0,50
  • Popularity: 1%

    Categories : vini rossi


    Non c’è ancora nessun commento.

    Al momento l’inserimento di commenti non è consentito.